Eclissi della Superluna

Ciclicamente ritornano. Le eclissi avvengono probabilmente fin da quando Terra (raggio medio 6371 km) e Luna (raggio medio 1738 km) si sono formate. Le eclissi avvengono quando c’è un allineamento Sole-Terra-Luna oppure Sole-Luna-Terra.

Lunarossa_27_ago_15L’eclissi del prossimo 28 settembre (notte tra il 27 e il 28), un’eclissi di Luna che capita quando quest’unico satellite naturale della Terra si troverà alla minima distanza da noi. La distanza media Terra-Luna è di 384.400 km circa, quella massima è di 406.700 km e si ha quando la Luna è in apogeo, quella minima (nel perigeo) è di 364.000 km.

Le differenti distanze sono dovute all’orbita ellittica intorno alla Terra, percorsa dalla Luna in rotazione sincrona, cioè con la durata identica di rotazione intorno al proprio asse e rivoluzione intorno alla Terra: 27 giorni, 7 ore e 43 minuti. Le diverse distanze della Luna, durante la sua orbita intorno al nostro Pianeta, sono state calcolate in base al tempo impiegato da un fascio di raggi laser per percorrere il tratto Terra-Luna e ritorno, dopo essere stato riflesso da un particolare specchio lasciato sulla Luna dagli astronauti dell’Apollo 11.

Continua a leggere

Arriva la superluna. È la luna piena più luminosa dell’anno

Una superluna, la più grande e luminosa luna piena dell’anno, sarà la protagonista indiscussa della notte tra sabato 5 e domenica 6 maggio. Confidando in un cielo sgombro da nuvole, nel fine settimana sarà possibile assistere all’effetto straordinario prodotto dalla particolare combinazione orbitale che porterà il nostro satellite ad apparire il 14% più grande e il 30% più luminoso della normale luna piena.
La Super Luna, un termine coniato nel 1979, è la coincidenza della luna piena con il momento di massimo avvicinamento del satellite alla Terra: una combinazione che la rende apparentemente più luminosa e grande, ed i cui effetti si fanno sentire anche con un leggero innalzamento delle maree.
L’orbita della Luna attorno al nostro pianeta non è infatti un cerchio, ma una curva leggermente ovale, ellittica: la distanza Terra-Luna può infatti variare tra 400 e 360.000 chilometri.
In questo fine settimana il satellite sarà quasi al culmine del suo ciclico avvicinamento al pianeta e contemporaneamente sarà in piena illuminazione, una combinazione che si ripete circa una volta l’anno. L’ultima volta è accaduto nel marzo 2011.
L’apparente aumento di grandezza del satellite non però dato dalla diminuzione della distanza (in questo caso gli effetti sono praticamente invisibili), ma dalla sua forte luminosità.
In ogni caso il miglior momento per l’osservazione è quello in cui la Luna si trova bassa sull’orizzonte; quando infatti il suo disco appare vicino a costruzioni o alberi, viene percepito come incredibilmente grande. Un’illusione, questa, che sarà amplificata ulteriormente nella notte di sabato 5 maggio.
L’appuntamento astronomico è’ dunque fissato nella notte tra sabato e domenica, ma lo spettacolo potrebbe essere rovinato a causa del maltempo in arrivo proprio in questo fine settimana, in particolare al Nord.

https://www.saroalioto.info/?p=564

WordPress theme: Kippis 1.15