Eclissi di sole: il 20 marzo equinozio con allarme energetico in Europa

eclissi

L’eclissi cade nel momento in cui le ore di sole inizieranno a superare quelle del buio, il 20 marzo, equinozio di primavera. Un’ eclissi di sole che sarà totale nell’Artico e parziale in buona parte dell’Europa, compresa l’Italia. La luna oscurerà il sole per il 70% a Milano, per il 55% a Palermo. A Roma inizierà alle 9,24 del mattino, con un apice alle 10,31, e si concluderà dopo circa un’ora. Chi desidera godersi lo spettacolo avrà quindi circa due ore di tempo per alzare lo sguardo al cielo, e già iniziano a diffondersi le precauzioni del caso consigliate dagli esperti: non guardare il sole a occhio nudo, o peggio ancora con un telescopio casalingo, ma sempre attraverso occhialini certificati acquistabili nei negozi di ottica, o tramite occhiali da saldatore.
L’eclissi di primavera, che oltre a coincidere con l’equinozio capiterà in concomitanza di una “superluna”, sarà osservabile in modo completo nel nord Atlantico, tra le isole britanniche e l’Islanda, e, in misura via via minore, fino alla parte nord del continente africano. A Thorsavn, nell’arcipelago danese delle isole Faer Oer, per due minuti e due secondi il buio sarà totale. L’ultima eclissi solare di questa rilevanza è avvenuta l’11 agosto del 1999 e la prossima è prevista nel 2026.

Continua a leggere

Grande attesa per l’eclissi di sole del secolo, venerdì in Italia sarà buio quasi totale

ecliss_sole

Il 20 marzo è una data che appassionati di astronomia, e non solo, devono segnarsi sul calendario: ci sarà infatti un’eclissi totale di Sole, di quelle come non se ne vedono da tempo, anche in Italia. Grande mobilitazione per l’evento di venerdì: dalle decine di complessivamente un’ora.
Dal Nord Italia si potrà vedere la Luna coprire più del 70% del disco solare, dal Sud circa il 50%, mentre sarà totale solo dalle remote isole Svalbard.
La Luna oscurerà il Sole per qualche minuto e nel nord dell’Europa l’eclissi del secolo, come qualcuno l’ha battezzata, sarà totale e per lunghissimi secondi l’astro scomparirà del tutto. In Italia avremo la possibilità di vedere un’eclissi parziale ma comunque eccezionale perché arriveremo a cogliere circa 70 per cento del fenomeno e quindi le ombre avvolgeranno bene la nostra Penisola. La prossima eclissi con valori così elevati la potremo seguire soltanto nel 2026 e il buio totale sarà in Islanda.

Continua a leggere

WordPress theme: Kippis 1.15