Concorso docenti: ecco il decreto. Scadenza giorno 7 novembre.

La domanda di partecipazione al concorso, a pena di esclusione, deve essere presentata in una sola regione.
I candidati in possesso dei requisiti possono concorrere per uno o più posti ovvero per una o più classi di concorso. In tal caso sono tenuti a presentare, nella regione prescelta ai sensi del comma 1, un’unica domanda con l’indicazione dei posti ovvero delle classi di concorso per cui si intende concorrere.
 I candidati presentano la domanda di partecipazione al concorso esclusivamente attraverso istanza on line.
 I candidati utilizzano la procedura informatica POLIS presente nel sistema informativo del Ministero.
 I candidati possono accedere alla suddetta procedura e utilizzarla a partire dal 6 ottobre 2012 e fino alle ore 14.00 del 7 novembre 2012.

Bando di concorso a cattedre.

Fissato per il 24 il bando del concorso: modalità e programmi

Le dichiarazioni del Ministro dell’istruzione non lasciano dubbi e sono chiarissime. Il concorso per docenti verrà reso pubblico il prossimo 24 settembre ed in alcun modo creerà graduatorie che rimarranno valide negli anni, in quanto i vincitori di tale concorso saranno in numero uguale ai posti disponibili.
Si tratta di graduatorie di merito che porteranno tutti i vincitori in cattedra già a partire dal 2013/2014.
Il concorso dovrà rappresentare un esempio di regolarità e trasparenza ed a vincerlo dovranno essere i docenti più preparati. Proprio per tale ragione il Miur ha individuato un comitato scientifico che si occupa in modo responsabile e competente dei contenuti. Il ministro Profumo ci tiene a tranquillizzare i precari storici che continueranno ad avere l’accesso al ruolo per il 50% dei posti dalle graduatorie ad esaurimento, che in alcun modo e pr nessuna ragione verranno abolite.. Questo è un momento di transizione fino all’esaurimento delle GAE perché bisogna avere rispetto di quei docenti che hanno, negli anni e nei decenni, dato tanto alla scuola. Andiamo verso una normalizzazione come previsto dalla delega Fioroni e per la sessione del prossimo anno avremo nuove regole.
Le persone iscritte a oggi nelle graduatorie potranno tentare di superare il concorso senza il timore di doversi cancellare dalle graduatorie ad esaurimento che rimarranno valide per il restante 50% dei posti disponibili. Parole rassicuranti quelle del ministro che tendono a buttare acqua nel fuoco incandescente della forte protesta del mondo dei precari.

Continua a leggere

Nuovo concorso per 11.892 docenti, il primo dal 1999

Nuovo concorso per 11.892 docenti, il primo dal 1999. Secondo quanto approvato dal Consiglio dei ministri, riferisce il Miur in una nota, è prevista per il 24 settembre la pubblicazione di un bando di concorso, per titoli ed esami, su base regionale, finalizzato alla copertura di 11.892 cattedre nelle scuole statali di ogni ordine e grado, risultanti vacanti e disponibili; altrettanti posti saranno messi a disposizione dal Miur attingendo dalle attuali graduatorie. La procedura concorsuale avverrà secondo modalità innovative per favorire l’ingresso nella scuola di insegnanti giovani, capaci e meritevoli. Visto l’elevato numero di potenziali candidati, vi sarà una prova selettiva da svolgersi alla fine di ottobre, su una batteria di test uguale per tutte le classi di concorso.

A gennaio sarà svolta la prova scritta (consistente anche in una prova strutturata di verifica delle competenze disciplinari), in modo da avere i tempi per svolgere la prova orale (con l’inserimento di una simulazione di una lezione per verificare l’abilità didattica) e pubblicare le graduatorie in tempo utile per l’immissione in ruolo per l’a.s. 2013/2014. A questo primo bando seguirà un secondo entro maggio 2013, disciplinato dalle nuove regole di reclutamento, attualmente in fase di preparazione.

WordPress theme: Kippis 1.15